Tanzanite, splendida ed esclusiva

La Gemmologia spesso riserva delle sorprese.

E’ una scienza che male si adatta alle crude logiche di commercio, tanto è vero che molto frequentemente i Gemmologi fungono da arbitri tra il mondo accademico e quello commerciale, mettendo le loro capacità al servizio della verità.

Possono quindi verificarsi fatti che sembrano non adattarsi alla comune logica.

E’, in un certo senso il caso della Tanzanite, che sotto certi aspetti può essere definita la più esclusiva se non la più rara delle gemme, ma non la più costosa.

La Tanzanite è la varietà blu della zoisite e viene rinvenuta esclusivamente nella zona geografica di Kiteto in Tanzania (da cui il suo nome), non lontanissimo dal mitico Kilimanjaro.

E’ una gemma “giovane” nel mercato gemmologico, essendo stata scoperta solo nel 1967 da Ndugu Jumanne Ngoma.

Nella classe dei Sorosilicati, appartiene al sistema ortorombico nel gruppo trimetrico. E’ birifrangente.

Al di là delle fredde classificazioni scientifiche, la Tanzanite è una gemma molto bella dal colore blu tendente al violetto, che deve molto del suo fascino anche al suo forte pleoclorismo, il quale le fa assumere sfumature a volte anche rosse.

Si tratta di una pietra preziosa e abbvastanza delicata, data la sua durezza determinata tra il grado 6 e il 7 della scala Mohs. Ciò significa che va indossata con garbo e meglio se protetta da oro o diamanti. Escluso l’uso in ultra-suoni, che potrebbero essere devastanti a causa della natura della gemma stessa,pur non presentando questa evidenti inclusioni.

La sua trasparenza è molto evidente, ponendola in un contesto estetico assolutamente gradevole e delicato.

In altre parole: bella ma non impossibile.

This entry was posted in Gemmologia and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>